Tu sei qui: L'associazione Riunioni, incontri ed eventi Esposizione al GAEM - Milano 2009

Esposizione al GAEM - Milano 2009

E-mail Stampa PDF

Com'è andata: bilancio interlocutorio quest'anno. Purtroppo per l'allestimento siamo stati vessati da condizioni di mare costantemente pessimo e dalle scarogne lavorative di molti, per cui abbiamo potuto contare solo sul materiale presente in sump o in stoccaggio. Alla fine grazie al contributo di Stefano Memmo, che aveva stoccate gorgonie prese insieme a Maurizio Massari nel porto, e di Gianni Abrignani abbiamo allestito un biotopo coralligeno a Paramuricea clavata ed Eunicella cavolinii; le rocce, che avevo stoccato da ottobre, erano adatte per quell'ambiente; abbiamo inserito anche una Astrea rugosa e, per la parte sabbiosa, dei Cereus riprodotti nella vasca di Gianni e una Aporrhais pespelecani portata da Stefano. Ah, dimenticavo, una stella rossa Echinaster sepositus, la stella di AIAM. Non essendo riusciti ad acchiappare pesci nelle vasche pena lo smontaggio delle rocciate (anche Emanuele aveva offerto i suoi ma coi rametti di gorgonia e le sue rocciate sapevo sarebbe stato un delirio distruttivo) ho preferito chiedere in prestito un paio di pesci al'Acquario Civico: la Scorpaena maderensis progettata e un piccolo C. quinquemaculatus, che magari non è proprio tipico ma ci può stare. Anche lì come ci siamo presentati coi retini ai vasconi della quarantena le decine di pesci si sono volatilizzati all'istante. Lo scorfanotto invece era in una vaschetta comoda comoda...anche tranquillo, quello di Gianni credo sia ancora incastrato nel cuore della sua rocciata .
Risultato della vasca: mmmmhhhhh giudicherete dalle foto, a noi non è piaciuto. Troppo spoglia. L'acqua fornita era stata reintegrata il giorno prima, quindi le gorgonie sono rimaste belle chiuse e non c'è stato cibo che le abbia convinte ad aprirsi (come sappiamo del resto). Insomma, jellati a raffica: abbiamo tratto alcune conclusioni che esporrò in coda. Dato positivo: il ritrovo di vecchi amici: sabato con Stefano Memmo e Daniela, poi come tradizione alla fine la vasca è stata spostata nell'area associazioni a lato di Playfish, almeno s'è chiaccherato amabilmente con Graziano e Graziella; Stefano Mc ha avuto la sua agognata libera uscita che è stata una sorpresa; sempre domenica mattina da Firenze è apparso il vecchio amico Willy "nazionalimbrattatore" Smiths-Jacob che era un anno che non riuscivamo a vederci, insieme alla quasi novella sposa Iona e li ho visti proprio felici. Inutile dire che Willy ha fatto subito la diagnosi a tutti gli Anthias e gli invertebrati ospitati all'acquario........  Insomma, una bellissima giornata. Anche mia moglie è rimasta conquistata dalle pianticine carnivore e mi sa che fra un po' sarà il balcone da ristrutturare! e al pargolo di Gianni abbiamo sottratto l'unica bottiglietta di plastica rimasta, con cui giocava, per tagliarla e svuotare la sabbia dal fondo! che crudeli!!
Altro dato importante è stato rafforzare i legami e il concetto di associazione; con il GAEM che è una formazione storica possiamo considerarci sostanzialmente gemellati; nella giornata abbiamo fornito poi chiarimenti e consulenze a raffica soprattutto sui reffrigeratori. Mancavano purtroppo i nostri tecnici migliori ma pazienza!
Ed ecco considerazioni per le prossime mostre:

-iniziare prima a stoccare il materiale; che non deve essere troppo delicato. Alla fine dell'estate più o meno c'è già l'idea se questo convegno ci sarà o meno, si può cominciare a settembre - ottobre.

-meglio rappresentare ambienti semplici, superficiali e di maggiore impatto visivo: l'anno scorso la vasca del porto di La Spezia è stata un successone, quest'anno il coralligeno povero non se l'è filato nessuno. Il messaggio passa meglio se il pubblico è attratto, non importa da cosa.
-meglio riuscire ad allestire almeno due vasche, una in tema convegno e l'altra per rappresentare l'associazione. Qui a Milano, meglio piccole. Già una vasca da 60 litri abbiamo visto è un casino da riempire se non c'è un supporto pesante ed immediato dalla costa, quindi meglio "volare basso" 

Queste considerazioni perchè nell'esposizione di vasche da 20 litri iscritte ha vinto il primo premio una vaschetta marina med fatta da un bambino con dentro roccette, una manciata di cozze, due murici che si pappano le cozze ed una dozzina abbondante di pomodori di mare (forse più) in crisi isterica con spari di aconzi e bave di muco di reazione.........molto poco educativa ! Essere più presenti nel circuito pubblico oltre che tra le associazioni potrebbe servire anche a informare meglio. Ci vogliono, cioè, due fronti.

E per finire ma non ultimi i ringraziamenti, al GAEM innanzitutto perchè lo sforzo organizzativo del direttivo è grande e ci dà una forte opportunità, e all'Acquario Civico che ci ha ospitati sempre con grande pazienza e cortesia (nell'averci tra i piedi in visita alla sala macchine e nel darci tutto l'aiuto possibile).
_________________
Stefano C. A. Rossi

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>