Tu sei qui: Home
Apogon imberbis (Linnaeus, 1758)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Apogonidae
Genere Apogon
Specie imberbis
/images/schede/foto_schede/a/apogon_imberbis.jpg
Autore foto: Mario Pesce
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani Re di triglie
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Pesce cardinale
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo ed Atlantico Orientale. Dal Portogallo al Marocco e nelle Isole Azzorre. Fino al Golfo di Guinea.
Descrizione Il re di triglie non supera di solito i 15 cm ma si possono trovare esemplari adulti a notevoli profondità di 18 cm.
La bocca è larga e gli permette di ingoiare prede grandi1/3 della sua grandezza.
Il corpo è abbastanza tozzo ma la sgargiante colorazione della sua livrea impreziosirà notevolmente la nostra vasca.
Caratteristiche L'apogon imberbis,è un pesce gregario che per la sua natura timida tenderà sempre a trattenersi in zone buie e in anfratti rocciosi.

Lo si può trovare da 1 metro(sottolitorale interno) fino a 200-250 metri(zona afotica mesopelagica) e di solito lo si ritrova in vere e proprie comunità formate da molti individui.
Di estate,è più facile reperirlo in buchi o tane vicino alla superficie mentre d'inverno scende in profondità.
In cattività
L'ambiente in vasca La vasca ideale per loro sarà sviluppata anche in altezza in modo di poter creare grotte molto ampie e la capienza minima per 5 esemplari è 150lt.
Cercheremo di riprodurre l'ambiente con scarsa illuminazione e vegetazione algale abbastanza folta al di fuori delle tane.
Necessita di illuminazione costante.
Temperature Temperatura di estate:20c° temperatura invernale:18c° (optimum)
Osservazioni Come tutti gli apogonidi tropicali(es pterapogon kaudermi) anche i nostri apogon cercheranno di trovare un rifugio sicuro lontano da fonti di illuminazione.
Il loro timido carattere ma la loro estrema simpatia una volta ambientati ci spingerà a cercarne sempre di più piccoli e delicati.
Cure Gli inquilini perfetti sono i guarracini(chromis chromis)
Varie e curiosità In acquario,a maggio incomincia il rituale di accoppiamento che culmina con una fecondazione interna e l'incubazione orale da parte del maschi.
La fecondazione interna è molto rara tra i pesci ossei e comune tra quelli cartilaginei(squali,razze ecc.)
Alimentazione Alimentazione: in natura come in acquario gli apogon sono predatori.
Tra le loro prede preferite troviamo i vari organismi delle alghe e gamberetti del genere palaemon.
Per nutrirli in acquario ottimamente si deve prevedere una grossa popolazione di questi gamberetti che participeranno attivamente alla pulizia del fondo e serviranno come cibo inoltre ogni settimana si deve strizzare in acqua un grosso ciuffo di alghe per far uscire gli organismi in esse contenuti.
In mancanza si possono usare bianchetti,gamberi,cozze("spurgate"),vongole,granchi,e filetti di pesce magro.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile
Commenti ed osservazioni
Giuliano Manenti Nessun disformismo sessuale. Unica cosa le dimensioni (poco piu grandi nella femmina) ma sono relative. Io per formare la coppia ho fatto cosi; ne ho presi quattro e ho studiato i loro comportamenti per un determinato periodo. Questi due stavano spesso vicini e cosa importante non bisticciavano mentre cacciavo gli altri due (che ho poi riportato in mare). Successivamente ho notato che i due facevano spesso una specie di danza nuziale nuotando in coppia.
Collegamenti web
-- Clicca per aprire il thread sul forum

Data ultima revisione: 21/11/2012
Autore scheda: Nicola LD


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>