Tu sei qui: Home
Asterina pancerii (Gasco, 1870) Organismo protetto.
Phylum Echinodermata
Classe Asteroidea
Ordine Spinulosa
Famiglia Asterinidae
Genere Asterina
Specie pancerii
/images/schede/foto_schede/a/asterina_pancerii.jpg
Autore foto: Leonardo Cherici
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:
Asteriscus pancerii, Gasco 1870
Asterina gibbosa, Ludwig 1896
Asterina pancerii, Tortonese 1952
Convenzioni di protezione e pesca/prelievo
(Clicca qui per maggiori informazioni)

Convenzione di Berna: annesso II
Protocollo della convenzione di Barcellona: annesso II e IV

(berna 2 - asp 2)
Nomi comuni italiani Stellina rossa
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo.
La specie è endemica di tutto il Mediterraneo.
Descrizione Differisce da A. gibbosa per il contorno più nettamente pentagonale, per il margine arrotondato, in quanto il lato aborale è più pianeggiante, per le piastre aborali delle braccia più irregolarmente disposte, per la presenza di 3-4 aculei interni sulle piastre dentarie. Il colore è più vario e vivace, rosso-mattone o rosso violaceo, verde, olivastro o blu. Ma cchie bianche irregolari sono di regola sparse sul lato aborale. La dimensione è minore, da 10-20 mm fino a 30 mm secondo Ludwing.
Fonte: E.Tortonese
Caratteristiche Specie endemica del mediterraneo, è sensibile alle alterazione del suo habitat. Specie protetta. Vive a contatto con le praterie di Posidonia oceanica a pochi metri di profondità. Anch'essa possiede gonopori sul lato orale ed è ermafrodita, con sviluppo senza larva pelagica. Il periodo riproduttivo và dall'inizio della primavera fino giugno. Cognetti scopri che questa Asterina è proterogina, invesione delle gonadi. Sempre Cognetti la migrazione delle gonadi è assai irregolare, al contrario di quanto si verifica in A.gibbosa, e in entrambe le specie può aversi autofecondazione.
Fonte: E.Tortonese
In cattività
L'ambiente in vasca Specie protetta! Nel caso si trovino esemplari negli scarti della pesca professionale bisogna eseguire questi adattamenti alla vasca:
vasca biotopo prateria di Posidonia oceanica.
Necessita di illuminazione costante.
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Osservazioni A.pancerii fu descritta in base a esemplari di Posillipo (Napoli), ora distrutti. Come fu confermato dalle ricerche di Cognetti sulla sessualità, questo Asterinide è ben diverso da A.gibbosa e rappresenta sicuramente una specie a sè. E' molto dubbio se le A.pancerii citate da Colombo (1888) in diverse stazioni del golfo di Napoli appartenessero a questa specie.
Fonte: E.Tortonese
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
6 - Lasciamo fare a Madre Natura

Data ultima revisione: 20/11/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>