Tu sei qui: Home
Balistes capriscus (Gmelin, 1789)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Tetraodontiformes
Famiglia Balistidae
Genere Balistes
Specie capriscus
/images/schede/foto_schede/b/balistes_capriscus.jpg
Autore foto: Livio Macera
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:

Nematobalistes forcipatus (Gmelin, 1789)
Balistes carolinensis Gronow, 1854
Balistes capriscus Gronow, 1854
Balistes spilotopterygius Walbaum, 1792
Balistes buniva Lacepède, 1803
Balistes caprinus Valenciennes, 1839
Balistes fuliginosus DeKay, 1842
Balistes taeniopterus Poey, 1860
Balistes powellii Cope, 1870
Balistes moribundus Cope, 1871
Balistes carolinensis Gmelin, 1789
Balistes forcipatus Gmelin, 1789
Nomi comuni italiani Pesce balestra
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Pesce balestra -
CR=Balestra - F=Baliste, Baliste cabri, Baliste capri, Baliste commune, Baliste gris, E=Ballesta, Bot Catalan, Dutch, Cachua, Cochino gris, Cocuyo, Common triggerfish, GB=Cucuyo English - TR=Çütre baligi - D=Drückerfisch - GR=Gourounópsaro - I=Mola Bengali, Pesce palo, Pesce porco, Pesce puorco, Pesce sorice, Pescio porcu, Pisci poccu - AL=Peshk derr -
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo. Atlantico orientale. Atlantico occidentale, Bermuda e dal Golfo del Messico all'Argentina.
Descrizione Un solo rappresentante nel Mediterraneo per l'ordine dei tetrodontiformi.
La pinna dorsale e quela anale non sono unite. La prima pinna dorsale è provvista di 3 raggi spinosi. Sul margine ventrale è inserita una robusta spina e, dietro a questa, altre più piccole disposte in due file. Le ossa mascellari sono concresciute in un singolare becco. Corpo breve e alto. La cute è spessa, granulosa e coriacea. La lunghezza è fino a 40 cm. Il colore è grigio con macchie azzurrognole e fasce trasversali brune, che scompaiono velocemente con la morte del pesce.
Caratteristiche E' solitario o vive in piccoli gruppi. Si può trovare su fondali duri e in mare aperto. Il nuoto è particolare; batte contemporaneamente la pinna dorsale e l'anale verso un lato.
In cattività
L'ambiente in vasca Ambiente roccioso e vasca dedicata per il suo carattere. E' possibile ospitarlo in comunità quando è ancora molto piccolo. Disporre un'alimentazione adeguata e grandi spazi. Filtrazione dedicata per il maggior carico organico introdotto.
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Alimentazione Si ciba di invertebrati bentonici come molluschi, crostacei, tunicati e ricci.
Incompatibilità Ricci, tunicati, molluschi e crostacei.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 18/10/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>