Tu sei qui: Home
Opeatogenys gracilis (Canestrini, 1864)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Gobiesociformi
Famiglia Gobiesocidae
Genere Opeatogenys
Specie gracilis
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani Succiascoglio pigmeo
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo: endemico ma poco comune.
La specie è endemica di tutto il Mediterraneo.
Descrizione Nota da Colapesce:

Genere mediterraneo che si distingue per la presenza di una robusta spina sub-opercolare.

Ha corpo allungato, subcilindrico anteriormente e compresso lateralmente nel terzo posteriore. La testa è grande, lunga, più o meno triangolare e molto schiacciata, con muso corto alquanto appuntito. Gli occhi sono grandi, ovali e mobili. Le naricisono su ogni lato separate e tubulari; quella posteriore vicino all'occhio, quella anteriore con tubicino lungo, senza orli o flange dermiche. La bocca è grande e le mascelle sono fornite di denti piccoli, conici, ricurvi disposti in gruppo nella parte anteriore ed in una sola serie sui lati. La pinna dorsale è brevissima e ha tre raggi. L'anale, opposta alla dorsale, è simile ed è composta di tre-quattro raggi. La codale è poco sviluppata, col margine posteriore debolmente arrotondato, il disco adesivo è di grandezza media e simile a quella del genere Lepadogaster. Presente una spina acuta e robusta che è nascosta dalla membrana preopercolare. L'estremità di questo aculeo arriva fino alla parte media delle pettorali. Il maschio possiede una papilla urogenitale lunga e sottile.La lunghezza del disco è un quarto della lunghezza standard (senza la codale). Il bordo inferiore è frangiato.

Il corpo è rosso violetto con punticini bianchi. Innanzi e dietro agli occhi la colorazione rossa è più viva lungo una bassa cresta che corre sui lati della testa. E' una specie carnivora che si incontra di rado nelle praterie di posidonie. Si pesca occasionalmente con retini a mano.
Specie mediterranea, con qualche ritrovamento in Adriatico ed a Messina.

Inserita in RED LIST nel 2011 - valutazione VU
Caratteristiche Sembra' essere più frequente nelle praterie di posidonie oltre che sotto sassi e conchiglie.
Raggiunge la dimensione massima di 3 cm.
In cattività
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 17/10/2014
Autore scheda: Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>