Tu sei qui: Home
Salaria pavo (Risso, 1810)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Blennioidei
Famiglia Blenniidae
Genere Salaria
Specie pavo
/images/schede/foto_schede/s/salaria_pavo.jpg
Autore foto: Vincenzo Spanò
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Blennius pavo Risso, 1810
Lipophrys pavo (Risso, 1810)
Nomi comuni italiani Bavosa pavone
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo.
Descrizione Il tentacolo msituato sopra gli occhi è minore del diametro degli occhi e non è frangiato. I maschi portano sul vertice del capo una cresta cutanea, rigonfia nel periodo riproduttivo. Dietro gli occhi si trova un caratteristico ed appariscente ocello scuro orlato di azzurro.
Caratteristiche Lunghezza: 12 cm. Colore verde scuro con punti e fasce blu. Custodisce le uova in strette fessure che non vengono mai abbandonate, nemmeno durante le fasi di bassa marea. Le femmine sono più brunastre con sottili linee trasversali di colore marrone cupo.
Occupa buche, fessure e pozza di marea sui fondali rocciosi poco profondi. Può essere presente in acque salmastre.
In cattività
L'ambiente in vasca Ambiente roccioso ricco di anfratti e piccole tane dove può rifugiarsi.
Tollera variazioni di salinità/densità.
Tollera variazioni di illuminazione.
Temperature Può sopportare temperature alte essendo un'organismo di pozza.
Osservazioni Facilmente osservabile in acquario data la curiosità tipica della specie.
Specie affini B. ocellaris - B. gattorugine - B. tentacularis - B. sanguinolentus - B sphinx - B. rouxi - B. zvonimiri - B. galerita - B. nigriceps - B. trigloides - B. dalmatinus - B. canavae - B. adriaticus - B. incognitus - B. cristatus - B. basiliscus - B. pilicornis -
Incompatibilità Paguri, monodonte
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
2 - Facile
Commenti ed osservazioni
Antonio Zofrea Probabilmente bisogna avere la fortuna di avere un esemplare più tranquillo della norma, capita che i pesci della stessa specie abbiano caratteri differenti.
Cesare Leolini Hanno per prede preferite paguri e tutte le lumachine che metti in vasca monodonte in prima fila, ma non infastidiscono lo spirografo e neanche i palaemon. Per quanto riguarda le attinie passano anche in mezzo ai tentacolo senza nessun danno, specialmente con le equine.

Hanno uno sguardo per cosi' dire "intelligente" ti guardano come se ti volessero dire qualcosa e poi sono di una curiosita' unica.
Stefano C.A. Rossi Attenzione che se trova sufficienti appoggi può uscire dalla vasca anche da spiragli non proprio larghi.
Più coppie nella stessa vasca possono avere problemi di convivenza.

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>