Tu sei qui: Home
Trachinotus ovatus (Linnaeus, 1758)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Percoidei
Famiglia Carangidae
Genere Trachinotus
Specie ovatus
/images/schede/foto_schede/t/trachinotus_ovatus.jpg
Autore foto: Roberto Pillon
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Caesiomorus glauca (Linnaeus, 1758)
Caesiomorus glaucus (Linnaeus, 1758)
Caranx glaucus (Linnaeus, 1758)
Centronotus binotatus Rafinesque, 1810
Centronotus ovalis Lacepède, 1801
Gasterosteus ovatus Linnaeus, 1758
Glaucus rondeletii Bleeker, 1863
Lichia glauca (Linnaeus, 1758)
Lichia glaucus (Linnaeus, 1758)
Lichia tetracantha Bowdich, 1825
Scomber glaucus Linnaeus, 1758
Trachinotus glaucus (Linnaeus, 1758)
Trachinotus madeirensis Borodin, 1934
Trachynotus glaucus (Linnaeus, 1758)
Trachynotus ovatus (Linnaeus, 1758)
Nomi comuni italiani Leccia stella
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
GB=derbio, D=Gabelmakrele, F=liche glauque
In natura
Distribuzione Mediterraneo e Atlantico orientale dalla Scozia all'Angola
Descrizione Ha corpo ovale, fortemente compresso lateralmente, con muso corto e arrotondato, bocca piccola e obliqua.
La prima pinna dorsale è poco visibile, la seconda dorsale è lunga e bassa ma con inizio molto particolare allungato e affusolato con una tipica macchia nera all'estremità ed è simmetricamente simile alla pinna anale con la medesima estremità nera.
La pinna codale è forcuta, con lobi molto allungati e stretti con le due estremità nere.
La colorazione è argentea un po' più scura sul dorso e chiara sui fianchi e ventre.
Ha abitudine prevalentemente pelagiche e gregarie ma è facile incontrare branchi più o meno numerosi anche lungo la costa. Piccoli banchi di esemplari giovani lunghi circa 5-10 cm di norma poco diffidenti tendono ad avvicinarsi ai bagnanti nei primi metri d'acqua.
E' una specie carnivora e si nutre prevalentemente di piccoli pesci .
Raggiunge al massimo 50-70 cm di lunghezza.
Caratteristiche Molto tipiche ed evidenti sono l'inizio allungato della seconda dorsale simmetrico alla pinna anale entrambe con estremità nere e la caudale biforcuta con le estremità nere.
In cattività
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Specie affini Lichia amia
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>